int art guide

Collaudo delle guaine impermeabilizzanti

 

In italia la maggior parte dei collaudi delle guaine vengono eseguite con la prova di invaso o di allagamento.

collaudo guaina invasoQuesta prova consiste nell’allagare il manto impermeabilizzante con acqua per 24-48h e notare se ci sono dei cali del livello o manifestazioni di infiltrazioni nelle sottostanti costruzioni  se la guaina è stata applicata per la protezione  dell’edificio dalla pioggia o da intemperie varie.
 
Questa prova ha vantaggi e svantaggi:
  • E’ la più economica e la più usata in Italia.
  • Utilizza una bassa tecnologia perché di solito l’operatore non ha più di una canna dell’acqua e a volte, in vari cantieri, l’acqua è difficile da procurare e diventa perciò costosa.
  • E' richiesto un minimo di equipaggiamento  che molto spesso l’operatore non ha come traccianti, lampade UV, palloni otturatori, ecc.
  • I risultati sono interpretativi e riguardano l’esperienza del singolo operatore.
  • Blocca il cantiere con tempi lunghi di 24 o 48 ore per capire se il lavoro eseguito è pronto da poter essere dichiarato a regola d’arte.
  • In grandi e profonde strutture con applicazioni di guaina come vasche sopra i parcheggi interrati, piscine, laghetti, ecc. non viene quasi mai calcolato l’evaporazione dell’acqua dovuta alla temperatura e al vento.
  • Molto spesso i bordi non sono controllati perché il livello dell’acqua è sempre più basso del bordo.
  • Prova solo le impermeabilizzazioni orizzontali e con lievissima inclinazione.
  • Se l’integrità della impermeabilizzazione presenta dei danni, questi sono difficilmente individuabili geometricamente e l’individuazione è molto soggetta alla struttura sottostante il manto impermeabile.
  • In fase di controversia non si hanno definizioni certe del danno e spesso capita che lavori fatti con grande qualità di applicazione risultino aventi problemi che poi con ulteriori e costose verifiche vanno a svanire.
Tutt’altra dinamica lavorativa sono i sistemi innovativi a bassa e alta tensione perchè danno risultati definitivi in brevi tempi e non sono soggetti a interpretazione.danno guainaQuesti sistemi sono nati e da decenni usati nei paesi anglosassoni e germanici per confermare e assicurare il committente di aver eseguito l’applicazione del manto impermeabile a regola d’arte.  Sono presenti da anni anche in Italia ma la maggiore diffusione si è avuta negli ultimi anni con l’introduzione della garanzia postuma decennale e ancora ora non sono del tutto conosciuti o utilizzati dagli operatori del mercato delle impermeabilizzazioni, risultando così innovativi nel mercato italiano.
 
In Italia stanno prendendo sempre più piede però c’è ancora una certa diffidenza dagli operatori del settore  ad adottare questi metodi per vari motivi:
  • L’operatore che esegue la prova è considerato ancora troppo costoso senza pensare al vantaggio di non ricorrere a potenziali lunghe e costose controversie.
  • La strumentazione da acquistare è ancora considerata troppo costosa perché non si tiene conto del rapido ritorno dell’investimento.
  • L’andamento del mercato dell’edilizia a volte non consente i margini per eseguire questi controlli.
  • Si tende a ragionare sul fatto che, per non aumentare i costi di applicazione, se ci sono o ci saranno dei problemi allora verranno risolti.
  • Molti adottano il fatto che bisogna ridurre al massimo i costi di applicazione perciò non è importante la qualità del controllo ma la firma di un operatore che dichiari la posa a regola d’arte.
collaudo guaina bordiChi ha superato questa diffidenza acquistando o utilizzando i prodotti o chiamando i tecnici qualificati ha notato che:
  • E’ sicuro della qualità del lavoro che ha svolto perché riesce subito a controllare e a riparare eventuali danni che possono essere nati durante l’applicazione del manto.
  • Controlla senza perdite di tempo la qualità delle saldature effettuate.
  • Ha subito il ritorno dell’investimento effettuato.
  • Non rischia di dover intervenire per causa sua con una ulteriore e costosa spesa per una ricerca di danni che potranno manifestarsi nei prossimi anni.
  • Salvaguardia il buon nome della sua azienda perché dimostra ai propri committenti la qualità della sua applicazione.
  • Consegna il lavoro eseguito sicuro di aver applicato il manto impermeabile a regola d’arte.
  • E’ sicuro del suo operato per eventuali discussioni o problematiche che potranno essere evidenziate dal committente.
collaudo guaina saldaturaI sistemi elettrici a bassa e a alta tensione hanno il vantaggio che possono essere utilizzati in applicazioni orizzontali, verticali e inclinate, basta che la stratigrafia sotto la guaina sia elettricamente conduttiva. Visto che stiamo discutendo del collaudo di una guaina e non della ricerca di eventuali danni allora sorvoliamo la stratigrafia sopra la guaina. Il collaudo di una guaina dovrebbe essere fatto a nostro parere senza essere invasivi e solo con la guaina a vista per riuscire a vedere con i propri occhi eventuali danni che possono emergere o quelli evidenziati dalle strumentazioni o dai metodi utilizzati.

In breve i sistemi funzionano così:

collaudo guaina bassa tensioneBassa Tensione: con il sistema a bassa tensione, la superficie della membrana del tetto è inumidita (non allagata) per creare un mezzo elettricamente conduttivo. Un filo conduttore anello è disposto sulla membrana e intorno a una sezione della zona da controllare. Un cavo da un generatore di impulsi è collegato a questo perimetro metallico. L'altro filo del generatore è collegato alla parte conduttiva sottostante la membrana. Le perdite o violazioni della membrana vengono rilevate quando i flussi della corrente elettrica attraversano la membrana inumidita e scendono attraverso la violazione o rottura della membrana, completando il circuito. Il tecnico utilizza due sonde collegate ad un ricevitore per determinare la direzione della corrente elettrica e individua con precisione la violazione.

collaudo guaina spazzolaAlta Tensione: con il sistema ad alta tensione viene utilizzata una tensione relativamente elevata, ma a basso amperaggio. Essa richiede il stratigrafia sotto la membrana strutturata come ponte da conduttori (metallo o cemento) e la membrana essere un isolante. La membrana deve anche essere completamente esposta. Un cavo elettrico è collegato alla stratigrafia sottostante la membrana e l'altro è collegato a un dispositivo simile ad una scopa con setole di rame.Come l'operatore "spazza” la superficie della membrana, ogni umidità nella violazione o deficienza della membrana completerà il circuito tra il dispositivo di misurazione e il ponte creato.

Benefici generali dei Sistemi Elettrici:

  • Estremamente non invasivi.
  • Individuazione dei difetti per una riparazione efficiente.
  • Le riparazioni possono essere immediatamente ritestate.
  • Meno costosa, più veloce, più sicura e più affidabile di altri sistemi.
  • Tetti inclinati, converse, vasche possono essere efficacemente testati in tutti i lati.
  • Individuazione diretta (non-interpretativa) della violazione della membrana.
  • Tollerante all'umidità del tempo metereologo.
In fase di collaudo di una membrana  il sistema ad alta tensione si è dimostrato più rapido rispetto al sistema a bassa tensione perché non occorre creare un campo bagnato all’interno di un cavo con segnale elettrico come richiesto dal sistema a bassa tensione. Con il sistema ad alta tensione occorre solo collegare il cavo in dotazione ad un punto di massa comunicante la stratigrafia sotto la guaina, regolare lo strumento, iniziare il collaudo. Se con il sistema a bassa tensione ci si mette in media dai 10 ai 20 minuti per predisporre il campo di ricerca, con il sistema ad alta tensione non più di 5 minuti. In grandi aree la somma dei tempi per la predisposizione del campo di ricerca diventa influente per questo motivo. Inoltre il sistema ad alta tensione non utilizza l’acqua come conduttore, così, se viene individuato un danno, si può procedere subito alla riparazione senza dovere asciugare il manto impermeabile.collaudo guaina rullo Il produttore Buckleys ha creato degli strumenti che possono operare con spazzole fino a 1200mm di larghezza e creato rulli fino a 700mm di larghezza al fine di aumentare la zona d’indagine in cui passa la spazzola o di indagare le superfici non lisce come guaina granigliata, ecc. senza che l’operatore si stressi e lavori nel modo più semplice e leggero possibile.  Tranne alcune ASTM valide negli Stati Uniti d’America e UNI riguardanti discariche e controlli di saldatura, non ci sono leggi europee sui collaudi delle guaine applicate a tetti che indicano  l’obbligo procedurale di utilizzare i sistemi elettrici per il collaudo delle guaine.  Anche negli altri paesi europei per legge basta fare il collaudo con la prova di invaso, però la prassi che da anni è in uso, e che sono diventate delle guide nei paesi anglosassoni e germanici, è che viene richiesto il collaudo con sistemi oggettivi, in cui i sistemi elettrici a bassa ed a alta tensione la fanno da padrone. Chi  lavora con l’estero o chi sta lavorando su costruzioni finanziate da fondi europei conosce direttamente la richiesta esplicita dei committenti di eseguire i collaudi con sistemi oggettivi di indagini dell’integrità del manto impermeabile perché questi committenti sanno che la sola prova di invaso non soddisfa l’esigenza di avere una applicazione del manto a regola d’arte.  In fase di collaudo altri sistemi d’indagine non risultano così efficaci, salvo in pochissimi casi, come i sistemi elettrici elencati.  Gli altri sistemi risultano, a seconda della natura, efficaci in fase di ricerca di danno e non di collaudo.
 
Le caratteristiche degli altri sistemi in fase di collaudo sono:
  • Sistema a gas tracciante: invasivo perché bisogna tagliare la guaina e applicare una piastra filettata, la stessa guaina può essere soggetta a distacchi o altro per la non controllata geometria dell’immissione di gas da parte di operatori non qualificati. In questa categoria rientrano i metodi: gas tracciante a miscela di azoto e idrogeno e a elio in purezza, i fumogeni.
  • Sistemi di misurazione umidità: sistemi che misurano l’umidità dei materiali sotto la guaina e non l’integrità del manto impermeabile. In questa categoria rientrano i metodi: igrometria elettrica capacitiva, igrometria a microonde, igrometria nucleare e termografia.

Comparazione Sistemi Elettrici.

Tecniche
Integrità Guaina Tetto - Sistema Elettronico

int art aggiornamento

gd assistenza whatsappgd assistenza skype

gd assistenza tecnicagd assistenza commerciale

Inviaci la tua richiesta in merito alla presente guida.

Settore 
  Professionista    Gestore    Industria    Rivenditore    Impresa    Altro  
Ditta 
Indirizzo Completo 
Persona di Riferimento 
Email 
Telefono o Cellulare 
Oggetto 
Richiesta di 
  Essere Contattato    Documentazione    Consulenza    Prezzo    Altro  
Per favore inserire questo testo nel riquadro sottostante aperjtfh Aiutaci a prevenire lo SPAM!
    

Tags: Collaudo guaina, Ricerca infiltrazioni guaina, Guide

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi approffondire l'argomento?