int art guide

Piscina: Ricerca perdite e collaudo del rivestimento.

 Come garantisco la consegna della nuova piscina.

Come sono garantito alla consegna della nuova piscina.


Le perdite di acqua in una piscina possono manifestarsi nella fase di collaudo o nella vita stessa del manufatto.
La perdita può essere dovuta a vari fattori interni ed esterni alla vasca. In questa guida ci concentriamo solo dell’aspetto interno della vasca perché il rivestimento è sempre il primo ad essere colpevolizzato quando parliamo di perdite in piscina.  Le perdite inerenti a fattori esterni alla vasca vengono indagati tramite altre tecniche quali prove di tenuta, videoispezione, gas traccianti, ecc. (Per approfondire le tecniche visita questa pagina.)

Come detto, la parte più difficile e quella di capire la posizione del danno quando questo è da ricercare all’interno della vasca.
In questa fase di indagine, si può operare sia con la vasca piena d’acqua che con la vasca senza acqua.

piscina ricerca perditaNel primo caso, con la vasca piena d’acqua, usando il sistema a bassa tensione Wet Roof Pro’ si riesce a individuare il danno o a capire dove è l’area del danno.  Basta alcune semplici modifiche al set in dotazione, posizionare l’anello in modo appropriato e la corrente immessa nell’anello porta l’operatore al punto preciso di danno o all’area di danno. Una volta che il sistema indica il punto preciso bisogna individuare il danno attraverso una analisi visiva. Il vantaggio di operare con la bassa tensione è quello di non svuotare la vasca. A seconda della tipologia della piscina, lo si può utilizzare come sistema di prelocalizzazione o sistema di localizzazione puntuale del danno.

piscina ricerca dannoNel secondo caso, con la vasca senza acqua, la fa da padrone il sistema ad alta tensione continua DC Dry Roof Pro’. Di fatto si può usare anche il sistema a bassa tensione Wet Roof Pro’, ma diventa impegnativo creare e mantenere la conducibilità dell’anello. In poche parole, mentre con la bassa tensione bisogna creare e mantenere l’area di analisi, con l’alta tensione basta solo che l’operatore colleghi il cavo di massa e l’elettrodo allo strumento per essere operativo. Con l’alta tensione basta passare la spazzola sopra il rivestimento posizionato o nelle pareti o nel fondo o negli angoli o negli spigoli affinchè il sistema individui i danni presenti nel liner.

Questo metodo offre molti vantaggi:

  • il foro viene segnato dal sistema tramite una scarica senza che l’operatore lo ricerchi puntualmente a occhio nudo.
  • in riferimento al tempo di lavoro, l’area controllata è maggiore rispetto ad altri sistemi.
  • possono essere verificati spazi piccoli o difficili da raggiungere.
  • l’operatore può subito riparare il danno e ritestare la riparazione.

 

Altro vantaggio fondamentale del sistema Dry Roof Pro’ è che il sistema opera in continuo DC. (Per approfondire leggi questa guida.) La natura stessa del metodo continuo DC porta lo strumento ad analizzare continuamente la conducibilità elettrica della massa, cioè quanta corrente è presente nel materiale sotto il rivestimento. Se sotto il rivestimento c’è acqua, significa che la massa è più conducibile rispetto ad un’altra area in cui sotto il rivestimento non c’è acqua. Nel caso specifico della piscina, il sistema Dry Roof Pro’ individua le zone in cui c’è la presenza di acqua sotto il liner, cioè segnala all’operatore se le guarnizioni delle bocchette o delle lampade hanno fatto entrare l’acqua, fino a dove arriva l’acqua sotto il liner che è entrata da un danno, ecc.


Nel filmato sovrastante è stato testato il liner di una nuova piscina con il sistema ad alta tensione Buckleys. Il controllo con questo metodo è stato determinante per definire il collaudo della vasca in questo specifico rivestimento.

I vantaggi dell’utilizzo del sistema sono stati:

  • verifica della continuità lineare del rivestimento in liner.
  • verifica della qualità del materiale del rivestimento con indagine di porosità – microfori.
  • verifica dell’esecuzione delle saldature.
  • verifica della tenuta delle guarnizioni perché precedentemente era stata riempita la vasca.
  • soluzione ideale e unica perché il colore nero non avvantaggia gli altri sistemi di indagine.

 

Al di là del caso specifico del liner di colore nero, il sistema Dry Roof Pro’ riesce a dare delle risposte certe sulla qualità del rivestimento della piscina ed è sempre più usato per il controllo e il collaudo della vasca. Il costruttore può consegnare la piscina senza il pensiero di svuotare e riempire la vasca se in un secondo momento si manifestano delle perdite, il cliente non subisce quei interminabili disagi per non poter utilizzare la piscina, specialmente all’inizio della stagione calda, o eventuali ed costose spese di indagine se si manifestano delle perdite.





 

int art aggiornamento 

gd assistenza whatsappgd assistenza skype

gd assistenza tecnicagd assistenza commerciale

Inviaci la tua richiesta in merito alla presente guida.

Settore 
  Professionista    Gestore    Industria    Rivenditore    Impresa    Altro  
Ditta 
Indirizzo Completo 
Persona di Riferimento 
Email 
Telefono o Cellulare 
Oggetto 
Richiesta di 
  Essere Contattato    Documentazione    Consulenza    Prezzo    Altro  
Per favore inserire questo testo nel riquadro sottostante psjyyojp Aiutaci a prevenire lo SPAM!
    

Tags: Collaudo guaina, Ricerca infiltrazioni guaina, Quantificazione danno infiltrazione, Guide

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Se vuoi approffondire l'argomento?